dopo la tempesta all'orizzonte si profila il sereno
dopo il danno il giusto risarcimento

Briciole di vita:

« Indietro

Steve Jobs 1955-2011

Pubblicato il: 06/10/2011
Un grande uomo, un grande marchio, il mio grande Mac

 



 

Per me è stato un amore a prima vista;

sono stato fra i primi 150 italiani

a comprare un Macintosh, era il 1984,

il Macintosh 128K.

Grazie, Steve!

 



 

Il pirata Steve Jobs: le frasi di una vita.

 

Siate folli, siate affamati.

 

Valevo oltre un milione di dollari quando avevo 23 anni e oltre 10 milioni di dollari quando avevo 24 anni, e più di 100 milioni di dollari quando ne avevo 25. Ma sai, non era poi così importante perché non l'ho mai fatto per i soldi.

 

Essere l'uomo più ricco del cimitero non m'interessa... andare a letto la sera dicendosi che si è fatto qualcosa di meraviglioso... questo è quello che conta per me.

 

Perché andare in Marina quando si può essere un pirata?

 

Sii un parametro di qualità. Alcune persone non sono abituate a un ambiente in cui è prevista l'eccellenza.

 

Allora non lo capii, ma il fatto di essere licenziato da Apple era stata la cosa migliore che potesse capitarmi. La pesantezza del successo era stata rimpiazzata dalla leggerezza di essere di nuovo un debuttante, senza più certezze su niente. Mi liberò e mi permise di entrare in uno dei periodi più creativi della mia vita.

(discorso ai laureati di Stanford, 2005).

 

La morte è con tutta probabilità la più grande invenzione della vita (..). 

Ricordarsi che si muore presto è più importante strumento che io abbia mai incontrato per prendere le grandi scelte della vita (..). 

Siete già nudi. Non c'è ragione per non seguire il vostro cuore.

(discorso ai laureati di Stanford, 2005).

 

Il computer è lo strumento più straordinario che abbiamo mai elaborato. È l'equivalente di una bicicletta per le nostre menti.

 

Puoi continuare a vendere acqua zuccherata per il resto della tua vita o vuoi venire con me e cambiare il mondo?

Steve Jobs lo chiese a John Sculley (Ceo di Pepsi) per convincerlo ad andare a lavorare alla Apple.

 

Mi auguro il meglio, davvero.

Penso solo che lui e la Microsoft pensano un po' in piccolo. Bill Gates sarebbe un ragazzo più di ampie vedute se si fosse calato un acido una volta o fosse andato in un ashram quando era più giovane.

 

L'unico problema di Microsoft e che non semplicemente non hanno gusto. Non hanno assolutamente gusto. E io non lo dico nelle piccole cose, voglio dire in tutto, nel senso che non pensano idee originali e non infondono molta cultura nei loro prodotti.

 

Vorrei che lo sviluppo di bei prodotti fosse facile come firmare un assegno. Se questo fosse il caso, Microsoft avrebbe grandi prodotti.

 



 

1955-2011