dopo la tempesta all'orizzonte si profila il sereno
dopo il danno il giusto risarcimento

Medicina legale -> Valutazione per eventuale risarcimento danni

17/12/2012 - 00324 vm

Nel mese di febbraio 2012 dopo diverse terapie sono andato dal neurochirurgo il quale mi ha confermato che dovevo fare l'intervento di ernia discale L4L5 dx, fatto poi nel mese di marzo.

Nei sei mesi a seguire ho fatto le visite di controllo dal neurochirurgo, il quale mi diceva che era normale avere ancora dolore o parestesie varie.

Nel contempo ho fatto il ciclo di rieducazione posturale e ginnastica riabilitativa presso l'ambulatorio neuroosteomuscolare finito ad agosto scorso.

Al controllo neurochirurgico fatto a settembre scorso lo specialista, dopo le mie lamentele di dolori vari schiena debole e parestesie anche alla coscia sx, guardando le immagini dell'ultima RMN, mi confermava che il quadro generale dell'esame era invariato rispetto a prima del intervento, ma che comunque se i dolori persistevano oppure peggioravano l'unica soluzione era fare la stabilizzazione della parte di colonna interessata. 

Il mio dubbio dopo è stato. se la situazione non è cambiata rispetto a prima del intervento perchè mi propone la stabilizzazione adesso a distanza di sei mesi e non subito al momento del intervento di marzo. 

Forse scarsa valutazione a marzo da parte del medico oppure negligenza?

25/12/2012

Mario Corcelli risponde: a 00324 vm

No,nessuna negligenza né scarsa valutazione; gli interventi per ernia discale vertebrale frequentemente non risolvono il problema del dolore, sicché in seconda battuta può essere proposta una stabilizzazione vertebrale.

Per inviare una domanda è necessario effettuare il

Non sei ancora registrato su www.medico-legale.it? clicca QUI

Login